Il delitto d’onore


Codice Penale, art. 587:
“Chiunque cagiona la morte del coniuge, della figlia o della sorella, nell’atto in cui ne scopre la illegittima relazione carnale e nello stato d’ira determinato dall’offesa recata all’onor suo o della famiglia, è punito con la reclusione da tre a sette anni.
Alla stessa pena soggiace chi, nelle dette circostanze, cagiona la morte della persona che sia in illegittima relazione carnale col coniuge, con la figlia o con la sorella. (…).
Non è punibile chi, nelle stesse circostanze, commette contro le dette persone il fatto preveduto dall’articolo 581”.
L’art. 587 del codice penale consentiva quindi che fosse ridotta la pena per chi uccidesse la moglie (o il marito, nel caso a essere tradita fosse stata la donna), la figlia o la sorella al fine di difendere “l’onor suo o della famiglia“. Vigeva l’istituto del “matrimonio riparatore”, che prevedeva l’estinzione del reato di violenza carnale nel caso che lo stupratore di una minorenne accondiscendesse a sposarla, salvando l’onore della famiglia.

Quando è stato abrogato questo articolo? Quanto ci volle per cancellare il “delitto d’onore” ma anche del “matrimonio riparatore” in Italia?
Fu il Parlamento Italiano ad abrogare la “rilevanza penale della causa d’onore”, una disposizione tremenda, retriva e umiliante specialmente per le Donne che ne erano le prime vittime.
Si trattava di un “residuo legislativo” del Codice Rocco (degli anni ’20), in vigore dal Fascismo, e in forte contraddizione con il Nuovo Diritto di famiglia e il divorzio, vigenti da tempo nella legislazione italiana.
Le disposizioni sul delitto d’onore sono state abrogate con la legge n. 442 del 5 settembre 1981.

Simona Sforza
Democratiche Municipio 7

Torna all’indice

One comment on “Il delitto d’onore

  1. […] Delitto d’onore Codice Penale, art. 587: “Chiunque cagiona la morte del coniuge, della figli... pdmilano7.it/2020/03/07/lotto-marzo-insieme-il-lungo-cammino-dei-diritti-delle-donne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares